5.6.06

FABRIZIO LOMBARDO ED IL "VIZIETTO" DI CASA GERONZI...


Ancora una volta i fatti confermano quello che questo sito ha più volte raccontanto nell'occuparsi di un personaggio dal passaggio discutibile e cioè Fabrizio Lombardo, ribattezzato il "signor Geronzi", per aver sposato sicuramente per amore.... Chiara Geronzi, la giornalista del TG5, figlia del banchiere Cesare Geronzi presidente del gruppo bancario romano CAPITALIA.
Il signor Fabrizio Lombardo in Geronzi, sulle cui esperienze e capacità manageriali e professionali è preferibile stendere un velo pietoso, essendocene già occupati in passato, negli ultimi tempi dopo essere stato mandato a casa prima dalla Miramax (nota casa di produzione cinematografica americana) e subito dopo dalla Magiste di Stefano Ricucci, aveva iniziato ad occuparsi degli "affarucci... di famiglia", come accertato dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Roma, nell'inchiesta attualmente in corso sulla corruzione calcistica in Italia, che così scrivono:
"Nel raggio d'influenza della famiglia Geronzi si inserische anche Fabrizio Lombardo, marito di Chiara Geronzi, che nella prospettiva di un eventuale riassetto societario della GEA" (di cui la moglie è la maggior azionista - n.d.a. ) " interviene parlando con uno dei soci Franco Zavaglia e con Pietro Leonardi (già dirigente della Reggiana e successivamente dell' Udinese) interessato ad inserirsi in una probabile nuova società. A novembre 2004 Lombardo organizza un incontro con Pietro Leonardi e Zavaglia e comunica che Luciano Moggi è andato da Cesare Geronzi per valutare la possibilità di far entrare il figlio Alessandro nella Roma come direttore generale".
Il primo sì arriva dopo che Chiara Geronzi (si, proprio colei che oggi sostiene di essersi occupata per la GEA, solo di pubbliche relazioni....!) ha parlato con Rossella Sensi. Ma prima di far entrare Moggi Jr. bisogna superare "l'ostacolo Baldini".
Chissè se Geronzi padre,prima di concedere la mano di sua figlia Chiara al signor Fabrizio Lombardo, ha fatto condurre delle indagini personali sul futuro genero.
Contattando l' American Express, Cesare Geronzi avrebbe potuto accertare anche qualche "peccatuccio".... dell'accoppiata Fabrizio Lombardo-Piero Padula, il quale utilizzando fraudolentemente i numeri della carta di credito dell'ex fidanzata barese di quest'ultimo, se ne erano andati ai Caraibi in vacanza volando in top class su un bell'aereo, facendosi accompagnare da due accompagnatrici. Chissà quali delle due ragazze era destinata ad Henry Winstein, il "patron" della Miramax, successivamente buttatto fuori anche lui dalla Walt Disney proprietaria della major cinematografica americana !
E chissà se Geronzi padre avrà scoperto anche di un'inattiva società di produzione cinematografica romana (che non ha mai prodotto neanche il filmino del battesimo del figlio della coppia Lombardo-Geronzi !) aperto a Roma dal genero con il suo degno compare-amico lucano Piero Padula, il cui padre comparve a suo tempo nelle cronache giudiziarie durante "Tangentopoli" .
Ma probabilmente, secondo qualcuno, Geronzi padre queste verifiche le avrà sicuramente fatte ed avendo scoperto che la successiva chiusura della Miramax Italia era avvenuta a seguito di notevoli ammanchi (avvenuti durante la gestione guidata da Fabrizio Lombardo) scoperti ed accertati dai controllori arrivati nella Capitale romana dall' ufficio di Londra della casa di produzione americana, avrà capito Lombardo che era l'uomo "giusto".... per sua figlia Chiara e per la GEA !
Che bella gente..cari lettori !