22.6.06

ESCLUSIVO ! : LE INTERCETTAZIONI SUL "CASO GREGORACI-SOTTILE"


ESCLUSIVO ! Svanityblog
pubblica in testi integrali delle intercettazioni !
L'OSPITATA/1

Trascrizione integrale della conversazione telefonica in uscita dall’utenza in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in entrata su utenza telefonica in uso a GREGORACI Elisabetta avvenuta in data 20.05.2005 alle ore 13:51

INIZIO TRASCRIZIONE

SOTTILE .: (in ambientale) figurati se risponde
GREGORACI .: pronto?

SOTTILE .: ah rispondi?
GREGORACI .: (ride)
SOTTILE .: che cazzo di provino c'hai, scusa?
GREGORACI .: e quello di, quello che mi hai detto tu di andare lì, RAI Futura lì
SOTTILE .: ah, si si, ah ah
GREGORACI .: ah, quello c'ho
SOTTILE .: vai vai, vallo a fare
GREGORACI .: ah
SOTTILE .: poi ti chiameranno pure per quella cosa là
GREGORACI .: uhm
SOTTILE .: mi dicevano per
GREGORACI .: eh
SOTTILE .: per la quarta puntata
GREGORACI .: eh, ancora non mi hanno chiamata
SOTTILE .: ma ti chiameranno
GREGORACI .: senti
SOTTILE .: uhm
GREGORACI .: ti è piaciuto il mio messaggio?
SOTTILE .: si, grazie, e n, io pure c'ho Cristiano che mi sta pre... presentando, portando quelle due che non conosco
GREGORACI .: e si si
SOTTILE .: però non scherzare perchè me le porta davvero
GREGORACI .: ma pove, ma povero a te
SOTTILE .: e mò, mò vedi. Visto che non ci credi più, adesso ce le facciamo sul serio (ride)
GREGORACI .: gli stronco la carriera a Cristiano
SOTTILE .: a sii? Vabbene. Quando finisci?
GREGORACI (ride) appena finisco ti chiamo
SOTTILE : vabbè, un bacio
GREGORACI .: un bacio
SOTTILE .: ciao ciao
GREGORACI .: ciao

FINE TRASCRIZIONE
* * * * * * * * * *


L'OSPITATA/2

Trascrizione integrale della conversazione telefonica in entrata sull’utenza telefonica in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in uscita dall’utenza telefonica in uso a SANGIOVANNI Giuseppe avvenuta in data 23.05.2005 alle ore 19.38.

INIZIO TRASCRIZIONE

SOTTILE : pronto?
SANGIOVANNI .: Salvatore, sono Giuseppe
SOTTILE .: uè Giuseppe!
SANGIOVANNI .: come stai?
SOTTILE .: bene, bene
SANGIOVANNI .: senti volevo dirti che, mi dicono, che la GREGORACI, che è stata contattata per.... per la.... quella cosa che ti avevo detto
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI .: uhm, abbia declinato, dicendo che non le interessa
SOTTILE .: ah sii?
SANGIOVANNI .: uhm
SOTTILE .: e non ne so, non ne so niente
SANGIOVANNI .: eh. Perchè dice che è una puntata sola, non le interessa, che mi sembra una sciocchezza, perchè, voglio dire, lei ha bisogno di andare in video in tutti i modi, quindi
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI .: essendo una cosa che è carina, una trasmissione che è partita bene
SOTTILE .: (...)
SANGIOVANNI .: molto bene
SOTTILE .: uhm (tossisce)
SANGIOVANNI .: che ha fatto il
SOTTILE .: (tossisce)
SANGIOVANNI .: il doppio della media di rete alla prima puntata, il che vuol dire che insomma, eehh
SOTTILE .: uhm
SANGIOVANNI .: c'ha un suo gradimento
SOTTILE .: aspetta che la chiamo e ti richiamo, aspetta un attimo
SANGIOVANNI .: ah, ciao

* * * * * * * * * *

L'OSPITATA/3

Trascrizione integrale della conversazione in uscita dall’utenza telefonica in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in entrata sull’utenza telefonica in uso a SANGIOVANNI Giuseppe avvenuta in data 23.05.2005 alle ore 19.43

INIZIO TRASCRIZIONE

SANGIOVANNI .: si?
SOTTILE .: senti, guarda che questa, poveretta, non c'ha colpa; è in mano a un cretino! Il suo agente gli ha detto che non doveva andare
SANGIOVANNI .: (...)
SOTTILE .: il suo agente si chiama Capecchi.
SANGIOVANNI .: ah, lo conosco bene
SOTTILE .: ah, allora questo coglione lo sai che gli ha detto, dice: "guarda che a te n... no, non ci devi andare", perchè, ee.. è quello che sfa.... c'ha pure Cristiano lì, perchè dice: "se tu, poi, appari col fidanzato non sei più il sogno erotico degli italiani"
SANGIOVANNI .: ma che cazzata!
SOTTILE .: ma che cre, ma è cretino davvero questo! Dice, ah, mi ha detto pure che non gli fa fare, non gli ha fatto fare delle ospitate, pure, perchè lui deve decidere. Eh, non gli fa fare un cazzo questo (ride), allora...
SANGIOVANNI .: allora, invece, secondo me, è un'ottima occasione per fare vetrina
SOTTILE .: per cominciare, esatto (...) e allora digli
SANGIOVANNI .: se sanno che c'è un, un fidanzato da farla cor, da farlo cornuto è pure meglio
SOTTILE ; esatto, è meglio!! (...) si fa cornuto, eh!
SANGIOVANNI .: eh
SOTTILE .: senti, che faccio, le dico di accettare, e
SANGIOVANNI .: solo che oggi, dom, domani, io lo conosco bene Capecchi ; ecco domani lo chiamo e gli dico di non rompere i coglioni
SOTTILE .: si, digli: "guarda, questo lo sto aiutando io" gli dici, cioè tu (ride), dici "non mi rompere la minchia" (ride)
SANGIOVANNI .: si si
SOTTILE .: e mò chiamo Cristiano e lo insulto, pure. Gli dico a Cristiano di farsi i cazzi suoi, a stò Capecchi.
SANGIOVANNI .: ecco
SOTTILE .: (tossisce)
SANGIOVANNI .: e eee, comunque domani chiama Capecchi anche il direttore generale della Endemol per convincerlo che invece
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: è un bene che ci...
SOTTILE .: no, guarda adesso facciamo così, uhmmm
SANGIOVANNI .: un'altra cosa ancora
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: a luglio
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: uhmmm, il, la Endemol deve fare un, dei, diciamo delle puntate di access prime time, cioè di gioco che andrebbe a sostituire "Affari Tuoi"
SOTTILE ; si
SANGIOVANNI .: un altro gioco
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: testano un altro gioco
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: che dovrebbe fare Carlo CONTI
SOTTILE .: uh uh
SANGIOVANNI .: e,e, no Affari tuoi, scusa, che dovrebbe sostituire, tipo L'eredità, ecco (...)
SOTTILE .: si si, ho capito, si (tossisce)
SANGIOVANNI .: ee ee che dovrebbe condurre Carlo CONTI
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: almeno in queste puntate di prova, e loro avrebbero intenzione di affiancargli una, una gnocca
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI .: e, su mia sollecitazione
SOTTILE .: (...)
SANGIOVANNI: proveranno a suggerire lei; anche perchè Carlo CONTI ha lo stesso agente, cioè Capecchi.
SOTTILE .: certo, certo
SANGIOVANNI .: allora, però, una cosa ovviamente non esclude l'altra, anzi, è, è una serata in più, in prima serata su Rai Due, ma chi (....), cioè questa non ce l'ha mai avuta, non ho capito
SOTTILE .: esatto!
SANGIOVANNI .: (...)
S.: va bene, va bene
SANGIOVANNI : e tanto è vero che, uhm, alla Endemol erano convinti che gli avesse detto di no perchè il fidanzato non voleva andare in video, cosa che ogni tanto può capitare no?
SOTTILE .: uhm
SANGIOVANNI .: che qualcuno non si vuole sputtanare, eccetera. Non mi sembra allora questo il...
SOTTILE .: no, non mi, no no no no, assolutame... è stato Capecchi che gli ha detto di no
SANGIOVANNI .: eh
S.: cretino di me... ma che è scemo questo. La vuole far diventare il sogno erotico degli italiani; tutti si devono fare le seghe guardandola. Ma che, è cretino! (ride)
SANGIOVANNI .: no, ma allora, poveraccio, tra l'altro, già lavora poco di suo
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI .: nel senso che è un pò fuori dai giri
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI: e io l'ho aiutato un pò in passato quindi
SOTTILE .: uhm
SANGIOVANNI .: con me, tra l'altro, deve pure stare un pò
SOTTILE .: eh
SANGIOVANNI .: attento. Eeee io domani lo chiamo e gli dico "senti"
SOTTILE .: si
SANGIOVANNI .: eehh, "falla lavorare", eee
SOTTILE .: si, ma adesso, adesso io la chiamo, chiamo lei e le dico di accettare, le dico queste cose, poi le dico un'altra co.... Ma senti, che faccio, te la faccio venire da te un attimo, gli parli tu?
SANGIOVANNI .: e vabbene, anche, si
SOTTILE .: anche domani, quando è possibile. Gli parli un attimo tu, così
SANGIOVANNI .: si, dì di chiamarmi
SOTTILE : uhm
SANGIOVANNI .: eee così prendo appuntamento eeee
SOTTILE .: (...)
SANGIOVANNI .: o sennò, se gli vu, sennò se gli vuoi dire pu, no, perchè tu non sai, tu, quando è libera. De..., dì di chiamarmi, anche in segreteria, in modo che
SOTTILE .: uhm
SANGIOVANNI .: prende un appuntamento. Tanto il numero mio dell'ufficio mio tu ce l'hai?
SOTTILE .: no, non ce l'ho, dammelo
SANGIOVANNI .: eh, col, che forse è meglio perchè magari io sto fuori
SOTTILE .: si si si si
SANGIOVANNI .: se mi chiama sul cellulare
SOTTILE .: no no no, ma figurati, figurati
SANGIOVANNI .: allora
SOTTILE .: dammi il numero (…)
SANGIOVANNI .: eh. Così lei chiama
SOTTILE .: si prende l'appuntamento
SANGIOVANNI .: (...) si può fare si. Tanto
SOTTILE .: perfetto
SANGIOVANNI .: dai tra oggi e domani, in modo che
SOTTILE .: si, vabbene, vabbene
SANGIOVANNI .: (...) facciamo (...)
SOTTILE .: intanto le dico, le dico di accettare, poi chiamo Cristiano e gli dico che a sto Capecchi non rompere il cazzo
SANGIOVANNI .: si
SOTTILE .: poi ci pe, pe... e poi pensaci pure tu
SANGIOVANNI .: eh, e che stiamo, appunto, lavorando
SOTTILE : si
SANGIOVANNI .: pure per fargli fare qualcosa
S.: fare quest' altra cosa
SANGIOVANNI .: quest'altra cosa, quindi, insomma
S.: vabbè
SANGIOVANNI .: oh, deve essere un pò flessibile, quindi
S.: vabbè (...)
SANGIOVANNI .: ottima occasione, insomma, sembra
S.: esatto!
SANGIOVANNI .: una stronzata
S.: guarda, guarda la richiamo, le dico queste cose e poi ti richiamo
SANGIOVANNI .: vabbè, ok, ciao
S.: ok ciao

FINE TRASCRIZIONE


* * * * * * * * * *


L'OSPITATA/4


Trascrizione integrale della conversazione telefonica in uscita dall’utenza in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in entrata su utenza telefonica in uso a GREGORACI Elisabetta avvenuta in data 23.05.2005 alle ore 19:48

INIZIO TRASCRIZIONE

SOTTILE .: pronto
GREGORACI .: pronto? Eccomi
SOTTILE .: allora tu accetti di fare sta cosa? Cioè non è che il problema è il tuo fidanzato che non vuole entrarci?
GREGORACI .: ma va! Cioè è (...)
SOTTILE .: bene allora tu fai, tu questa cosa la fai perchè è una, è una trasmissione che sta andando bene; ha il doppio dello share delle pu, del, di, della, della rete, il doppio di, della media di rete. E' una cosa che per una volta, e ti fa vedere da qualche milione di persone; è importante che tu la faccia, e soprattutto digli a quel... no, poi glielo dico io, glielo faccio dire io a questo cretino del suo agente
GREGORACI .: cioè questo...
SOTTILE .: sta facendo, sta facendo in modo, questo mio amico, che tu vada a lavorare con Carlo CONTI quest'estate perchè faranno delle puntate su.... al po... che vanno al posto di quei quiz serali, no?
GREGORACI : ah
SOTTILE .: eh, e ci vogliono mettere qualche gnocca. E allora lui gli ha detto, gli ha già suggerito, quindi, è tutto, è tutto
GREGORACI .: cioè, ma ti posso dire una cosa
SOTTILE .: zitta, zitta ascoltami
GREGORACI .: no (...)
SOTTILE .: e tutto lo fa, e tutto lo fa la Endemol. Allora tu, adesso, prenditi sto, dove sei tu?
GREGORACI .: sono a Reggio Calabria
SOTTILE .: bene. Ce l'hai una penna?
GREGORACI .: Si, una penna,aspetta
SOTTILE .: uhm. Ma ti pare che io devo fare nella mia vita l'agente; ma roba da matti!!
GREGORACI .: ma ti rendi conto? Ma (...)
SOTTILE .: io mi rendo conto benissimo
GREGORACI .: questo Capecchi è l'agente di Carlo CONTI
SOTTILE .: si si, appunto
GREGORACI .: per la cronaca
SOTTILE .: appunto, appunto. Già non fa un cazzo
GREGORACI .: ah
SOTTILE .: coi, coi suoi, figuriamoci (...)
GREGORACI .: hai capito
SOTTILE .: zero sei
GREGORACI .: sii? Aspetta
SOTTILE .: (…)
GREGORACI .: si
SOTTILE .: allora questo telefono è il numero del dottor Giuseppe SANGIOVANNI
GREGORACI .: si
SOTTILE .: uhm (sospira); allora, questo è un dirigente RAI
GREGORACI .: si
SOTTILE .: uhm. Quello che fa i contratti
GREGORACI .: ho capito
SOTTILE .: tu lo chiami. Quando sei a Roma?
GREGORACI .: eeehh, mercoledì mattina
SOTTILE .: tu lo chiami domani e chiedi di prendere un appuntamento per mercoledì GREGORACI .: si
SOTTILE .: ci vai a parla... lui ti fisserà un appuntamento, ci vai a parlare, così ti spiega un pò di cosette
GREGORACI .: si
SOTTILE .: te lo puoi tenere questo agente. L'importante è che l'agente faaa...., ti faccia fare le cose, non ti impedisca di fare le cose, perchè (...)
GREGORACI .: ah, non mi fa fare
SOTTILE .: è la, è la...
GREGORACI .: non mi sta facendo fare niente, a me Cristiano mi dice "vai così, vai così", non sto facendo un cazzo io
SOTTILE .: eh, vabbè, vabbè, stai buona, non ti, non ti ri... adesso stai tranquilla, rilassati, cinque minuti, eehh, respira col naso e e, e ascolta. Comunque tu questa cosa falla, gli... domani ti richiameranno, perchè domani la Endemol chiamava Capecchi per convincerli, per convincere lui a farti dire di si
GREGORACI .: no, ma...
SOTTILE .: hai capito?
GREGORACI .: è loro che mi hanno aiutato, capito?
SOTTILE .: eh eh eh eh, appunto. Comunque sia, eehhh, tu cerca di farla questa cosa; poi sappi che ti stanno segnalando per altre cose. Senza bisogno che il tuo agente lo sappia. Tu non, non è necessario che gli dici le cose al tuo agente
GREGORACI .: no, ma io
SOTTILE .: poi parlane con questo mio amico, con questo dottor SANGIOVANNI, che ti dirà lui, eehhh, e e, e basta, stai tranquillina, porca puttana, vedi se dovevo fare pure l'agente, ca... nella mia vita, ma roba da matti!! Mò chiamo
GREGORACI .: per me lo puoi fare. Chiama Cristiano e digli che
SOTTILE .: mò chiamo Cristiano, no, stavo per dire mò chiamo Cristiano e me lo inculo no, meglio di no, perchè sennò
GREGORACI : no no no, no lui no, lui no, lui no, non mi dire, non mi deludere (ridono)
SOTTILE .: no perchè sennò quello mi dice di si, subito (...)
GREGORACI .: no dai, sei siciliano (...)
SOTTILE .: no tesoro, non ti preoccupare
GREGORACI .: no

SOTTILE .: non ti deludo
GREGORACI .: vabbene, ci sentiamo mercoledì
SOTTILE .: ok, ciao
GREGORACI .: ciao ciao
SOTTILE : ciao

L'OSPITATA/5


Trascrizione integrale della conversazione in uscita dall’utenza telefonica in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in entrata su utenza telefonica in uso a MALGIOGLIO Cristiano, avvenuta in data 23.05.2005 alle ore 20:08


INIZIO TRASCRIZIONE

MALGIOGLIO .: pronto?
SOTTILE .: Cristiano, Salvatore
M.: Salvatore, bello!!
S.: senti una cosa
M.: dimmi caro
S.: eehhm, questo tuo, vostro, quest'agente che c'hai
M.: si
S.: eh. Eh, ha consigliato, stranamente aaa.... a cosa, a Elisabetta
M.: si abbiamo parlato oggi
S.: di non, di non, di non accettare una cosa che invece deve accettare, perchè gli fa gioco. Ma che sono (...)
M.: (...) cioè, no. Sai che cos'è? Siccome va col fidanzato
S.: e che c'entra
M.: perchè se lei andasse da sola; perchè da sola diventa più... Perchè siccome lui ha avuto queste due cose, due fallimenti con la, ehm, con la Ela Webber
S.: uhm
M.: che si presenta sempre col fidanzato ed è (...)
S.: si, allora, senti, guarda; allora, fa una cosa. Digli a questo
M.: si
S.: C., di farsi un pacchetto di cazzi suoi
M.: ok
S.: digli di farsi un pacco di cazzi suoi, di non rompere i coglioni, perchè già non fa un cazzo, mò, poi li perde tutti i suoi, guarda; perchè lei fa delle cose non perchè è lui che la propone
M.: Si si, lo so, lo so, lo so Salvatò
S.: ah, eh, benissimo. Allora, siccome
M.: (...)
S.: e allora, non è che alla Endemol gli dice di no, per
M.: (...)
S.: perchè poi chi ca... poi ci va sempre un'altra, ci va
M.: hai ragione, hai ragione
S.: eh, hai ragione sto cazzo, perchè
M.: (...) Salvatore e io che colpa ne ho, scusami un pochino
S.: no!! tu tu tu, tu aspetta
M.: eh
S.: ascolta. Lei questa cosa, adesso
M.: la va a fare
S.: domani, domani la, la, va a fare, poi
M.: certo
S.: la chiameranno eee. Dopodichè, siccome c'è, uhm, una persona che è molto amica mia che propone queste cose
M.: beh
S.: eh, tu gli devi dire a Capecchi
M.: non ti preoccupare
S.: quando... che quando gli arriva una cosa, lui lui lui si deve pigliare la percentuale, non deve rompere la minchia
M.: benissimo, non ti preoccupare che sarà com... sarà compito mio di fare tutto
S.: eh
M.: adesso io glielo dico a lui, ma forse chissà, magari non si saranno sentiti, perchè, perchè lui, vabbè, è molto bella lei, da sola
S.: si
M.: e si vende bene. Se c'ha di fronte il fidanzato
S.: come no! Difatti fino ad adesso l'ha venduta bene no? Dove cazzo l'ha venduta, sui miei coglioni l'ha venduta
M.: soltanto lì, quel programma che ha fatto coso
S.: quale?
M.: un fallimento
S.: quale?
M.: quello di coso Salvatò, quello, quello là di CONTI, che è stato un fallimento quella cosa lì, ti ricordi?
S.: quello di CONTI è stata una cazzata, quello là
M.: si, infatti, quello lì è sta (...). Comunque Salvatò, non ti preoccupare
S.: perchè a quell'altro programma, quell'altro programma dove l'abbiamo mandata, non l'abbiamo mandata per lui
M.: lo so, lo so, lo so, lo so, lo so
S.: ecco
M.: so tutto io, Salvatore
S.: vabbè
M.: comunque, non ti preoccupare, non c'è nessun problema; lei si va a fare questa cosa, la fa fare benissimo; e tanto c'è una cosa, la pagano a quanto pare
S.: si si
M.: c'è un bel passaggio, c'è un bel passaggio in vi... in televisione
S.: eh, perfetto, è un passaggio buono, perchè è una trasmissione che va bene, quella
M.: E si!! Ma poi tu ti sei esposto in prima persona (...)
S.: no no, io non mi sono esposto in prima persona, è quello il punto
M.: no, vabbene, però bene o male
S.: io adesso, non lo sa nessuno
M.: (...)
S.: ci sono due persone che stanno lavorando per me, capito?
M.: non ti preoccupare, Salvo, tu sai che io non parlo (...)
S.: quindi, quindi
M.: quindi io non ci dico nienmte di queste situazioni
S.: esatto
M.: ma sicuramente non c'è alcun problema
S.: tu
M.: io ci dico, adesso, glielo dico io, io so, no, dico, bisogna mandarlo perchè è giusto che va, perchè la ragazza ha bisogno di farsi vedere. Si fa vedere la ragazza
S.: e poi di, diventa, di, diventa lo stesso una strafiga, con o senza il fidanzato, anzi, l'immaginario erotico degli italiani è migliore se c'è il fidanzato (...) guarda quello
M.: ma come sei bravo Salvatore!! Mamma mia, ma solo io devo andare sfidanzata!!
S.: si si, io, io mi mancava proprio di fare, di fare pure questo mestiere
M.: il (...) agent, poi sei a posto
S.: (...)
M.: (...) bravo, magari c'era (...) come te in giro


EPILOGO

L'OSPITATA/6


Trascrizione integrale della conversazione in uscita dall’utenza in uso a SOTTILE Salvatore (alias Salvo) ed in entrata sull’utenza telefonica in uso a GREGORACI Elisabetta avvenuta in data 09.03.2005 alle ore 13:20

INIZIO TRASCRIZIONE


GREGORACI .: pronto?
SOTTILE .: dove stai?
GREGORACI .: sono adesso a Roma. Io ti faccio sempre gli squilli, perchè non so mai quando puoi parlare, se puoi parlare (…)
SOTTILE .: fai be, fai bene, fai bene
GREGORACI .: sono arrivata ieri sera tardi, con l'ultimo volo
SOTTILE .: ah ah, ho capito
GREGORACI .: come stai tu?
SOTTILE .: bene, abbastanza bene.
GREGORACI .: Domani sei a Roma?
SOTTILE .: si, domani si
GREGORACI .: se ti chiamo ci vediamo?
SOTTILE .: direi di si
GREGORACI .: ti chiamo verso ora di pranzo, eh?
SOTTILE .: direi di si
GREGORACI .: perchè domani mattina vado a registrare quella cosa dove mi hai mandato tu, "Diglielo in faccia"
SOTTILE .: ah sii?
GREGORACI .: vengo, va... vado verso le dieci, però mi hanno detto verso mezzogiorno e mezzo, insomma, ho finito. Così ti chiamo
SOTTILE .: vabbene
GREGORACI .: ok?
SOTTILE .: bacio
GREGORACI .: ciao ciao
SOTTILE .: ciao

FINE CONVERSAZIONE

(Dall'ordinanza di applicazione di misure cautelari del Tribunale di Potenza - Ufficio del giudice per le indagini preliminari)